Skip to main content

Come conservare correttamente un Kayak? (Guida)

kajak lagern

I kayak sono grandi e ingombranti, il che non sempre facilita la conservazione. La scelta di un luogo di deposito adatto, tuttavia, è molto importante per mantenere il kayak in buone condizioni. Se correttamente conservato, il kayak rimane integro e pronto per il successivo utilizzo in qualsiasi momento.

Questo articolo riguarda essenzialmente le due grandi domande: dove e come conservare un kayak?

L’immagazzinamento interno è l’opzione migliore. I sistemi di cinghie e i supporti a parete consentono di riporre in poco spazio i kayak. In alternativa, i kayak possono essere conservati all’aperto. Un luogo di stoccaggio adeguato offre protezione contro i raggi UV, l’umidità, i ladri e le temperature estreme.

Ma andiamoci piano. Questo dovrebbe essere tenuto in considerazione nella scelta del luogo di stoccaggio.

Dove riporre il kayak?

Per kayak gonfiabili e barche pieghevoli, il deposito è abbastanza semplice. Le barche possono essere semplicemente arrotolate o ripiegate e riposte in un luogo asciutto e fresco, protetto anche dai raggi solari. Con i classici kayak fissi questo è un po’ più complicato a causa delle dimensioni e del peso.

La scelta di un luogo adatto è importante. Un luogo con aria secca e poco esposta alla luce diretta del sole e dove non è né troppo caldo in estate né troppo freddo in inverno è l’ideale.

  • Luce solare: la radiazione ultravioletta, che fa parte dei raggi solari, danneggia quasi tutti i kayak. I kayak in polietilene sono particolarmente colpiti.
  • Umidità: se il kayak è permanentemente esposto all’umidità dovuta a pioggia, neve o umidità elevata, nel tempo lo scafo del kayak verrà distrutto.
  • Freddo: Le temperature fredde sono un problema minore del calore. Tuttavia, il congelamento e lo scongelamento costanti possono causare gravi danni. L’esperienza ha dimostrato che questo vale soprattutto per i kayak in fibra di vetro.
  • Calore: Le alte temperature possono deformare il kayak. L’imbarcazione non deve quindi essere esposta alla luce diretta del sole in estate, né immagazzinata vicino a fonti di calore o in locali che diventano molto caldi durante la calura estiva.

Luoghi di stoccaggio per i kayak

I luoghi di deposito per i kayak possono essere suddivisi in due categorie: All’interno e all’esterno.

  • Indoor: Se avete abbastanza spazio, dovreste riporre il vostro kayak al chiuso. Un garage, una casa da giardino o la zona giorno offrono ai kayak la migliore protezione possibile contro l’umidità e le temperature estreme. I supporti a parete e a soffitto per kayak consentono di risparmiare spazio durante lo stoccaggio.
  • All’aperto: la maggior parte delle persone, tuttavia, non ha lo spazio o la possibilità di riporre una barca così grande all’interno. Coloro che vivono in un appartamento dipendono dal deposito esterno. Spesso le barche sono riposte sotto la gronda direttamente a casa, trovano protezione dalle intemperie in un posto auto coperto o sono semplicemente riposte sotto un telone.

Nella scelta di un luogo all’aperto, devono essere presi in considerazione i seguenti punti:

  • Ombre: Scegliere un punto il più ombroso possibile per proteggere la barca dai raggi UV e dal calore. Se non c’è ombra, i teloni resistenti alle intemperie saranno d’aiuto.
  • Protezione dall’umidità: la pioggia o altri liquidi non devono accumularsi all’interno o sulla barca. Se si utilizza un telone, è inoltre necessario assicurarsi che l’acqua non si accumuli sul telone. Nel corso del tempo, il peso dell’acqua potrebbe piegare il kayak.
  • Uso corretto di un telone: invece di avvolgere il telone strettamente intorno al kayak, il telone dovrebbe essere appeso sopra il kayak. Il contatto diretto favorisce la formazione di zone umide dove possono formarsi muffe e funghi.

Come conservare un kayak?

Oltre alla scelta del luogo adatto, è importante anche il modo esatto in cui il kayak viene immagazzinato.

Le barche non devono essere riposte a terra. Le canoe sono progettate per l’uso in acqua. Se un kayak rimane a terra per troppo tempo, questo può portare a deformazioni del kayak. C’è anche il rischio che l’imbarcazione si sporchi e si danneggi a causa dell’umidità.

La maggior parte dei kayakisti utilizzano quindi un telaio o un sistema di sospensione per lo stoccaggio a lungo termine delle loro canoe:

  • Sistema a nastro: Con un sistema a nastro, il kayak può essere montato sotto il soffitto o a parete. Questo tipo di stoccaggio è pratico perché consente di risparmiare spazio. I migliori supporti a parete e a soffitto per kayak hanno cinghie larghe che sono avvolte intorno a tutta la barca. I kayak non devono essere sospesi solo dalle maniglie. I manici non sono adatti a questo scopo e potrebbero cedere. Concentrare il carico su alcuni punti può anche portare a deformazioni.
  • Telaio: Un telaio per kayak può essere acquistato o costruito. Il telaio viene semplicemente appoggiato a terra. Il kayak può essere posizionato su un unico livello. Tuttavia, assicuratevi che non solo la parte superiore e inferiore, ma anche i lati del kayak siano protetti dalle intemperie.

Quando si immagazzina il kayak con un sistema di cinture o su un telaio, questi punti devono essere osservati:

  • Distribuire il peso in modo uniforme: quando si sverna il kayak o semplicemente lo si conserva per un periodo di tempo più lungo, un kayak mal bilanciato può piegarsi. Quando si immagazzina il kayak, quindi, è necessario assicurarsi che non si appoggi solo su pochi punti, ma che il peso sia distribuito uniformemente.
  • Pulire accuratamente il kayak: prima di riporre il kayak, è obbligatoria una pulizia verdeggiante. Lo sporco, la sabbia, le particelle di sporco e l’acqua salata devono essere risciacquati via. Quindi pulire la barca con acqua e sapone (delicato). Evitare solventi e prodotti chimici forti per non danneggiare l’imbarcazione. Anche i kayak gonfiabili devono essere puliti a fondo prima dell’immagazzinamento.
  • Evitare i punti di pressione: Il kayak non deve essere fissato troppo stretto quando è sospeso da cinghie o conservato su un telaio. Non stringere la cinghia quanto si farebbe quando si trasporta il kayak sul portabagagli sul tetto. Una pressione forte e permanente potrebbe anche causare deformazioni.
  • Cura per le altre attrezzature: La pagaia che è servita bene durante la stagione deve essere rimossa dalla barca, così come il paraspruzzi, le borse e altre attrezzature, e risciacquata accuratamente con l’acqua del rubinetto. Quindi lasciare asciugare l’attrezzatura e conservarla all’interno.
  • Rendere il kayak a prova di furto: Un kayak è spesso un grande investimento. E’ quindi importante proteggere il kayak dai furti. Se conservato all’interno, il problema è minore. Chiunque depositi la barca all’esterno dovrebbe scegliere un luogo non visibile dal lato della strada. Prendete nota del numero di identificazione dello scafo (HIN) e annotatelo in un altro punto della barca. Collegare il kayak a una recinzione o a un edificio con una serratura a cavo. Questo rende il lavoro difficile per i ladri.

Conclusione

Per riporre un kayak non hai bisogno di una casa enorme. I sistemi di cinture di sicurezza e i supporti a parete e a soffitto consentono di risparmiare spazio. La cosa principale è che il luogo di stoccaggio non è esposto alla luce diretta del sole, all’umidità o a grandi fluttuazioni di temperatura.

Un telone di copertura fornisce protezione dai raggi solari e dalle intemperie quando il kayak è riposto all’esterno. Se l’imbarcazione viene riposta all’aperto, anche la protezione contro i furti gioca un ruolo importante. La posizione scelta non deve quindi essere visibile dalla strada e il kayak deve essere ulteriormente fissato con una serratura a cavo.

Con le istruzioni contenute in questa guida, la vostra barca sopravvivrà intatta al prossimo periodo di stoccaggio ed è pronta per l’uso in qualsiasi momento.

Average rating 5 with a total of 1 votes

Related Articles