Skip to main content

Perché le pagaie per kayak sono attorcigliate?

A volte il kayak è un mondo tutto suo. Se siete in giro da molto tempo e conoscete molto bene il vostro equipaggiamento, non potete immaginare come tutto questo possa influenzare i principianti. I principianti che hanno domande finiscono rapidamente nei grandi forum di kayak. Purtroppo, purtroppo, le discussioni in quella sede si allontanano rapidamente dall’argomento e anche la densità di termini tecnici scoraggia molti nuovi arrivati.

Può essere abbastanza semplice. In sostanza, tutto ciò di cui avete bisogno per fare kayak è un buon kayak, una pagaia adatta, l’abbigliamento kayak giusto e un giubbotto di salvataggio. Quando i principianti vedono l’attrezzatura per la prima volta, spesso si chiedono: “Perché le pagaie sono contorte?”

Le pale delle pale delle pagaie per kayak sono disposte in modo asimmetrico per ridurre la resistenza al vento. Un’alternativa è quella di girare la racchetta quando viene sollevata dall’acqua. Nel lungo periodo, tuttavia, il movimento di rotazione si rivela non ergonomico. Al giorno d’oggi, le racchette da kayak intrecciate sono utilizzate negli sport popolari e professionali.

Il vento è il motivo principale per cui le pagaie sono attorcigliate. Ma questo progetto è il risultato di uno sviluppo degli Inuit? O le racchette erano adatte a questo solo in tempi moderni?

Gli Inuit hanno usato anche pagaie per kayak contorte?

I kayak sono uno sviluppo degli Inuit. Quando il resto del mondo ha iniziato a trasferire il modello Inuit all’età moderna, la gente – proprio come gli Inuit e gli altri popoli indigeni – ha optato per le doppie racchette non attorcigliate. Poco dopo la riscoperta del kayak, tuttavia, il kayak è stato ampliato per includere un aspetto sportivo.

Le gare contro altri canoisti e le gare per il tempo divennero sempre più popolari. Ben presto divenne evidente che le pale non attorcigliate delle pale di pagaia erano tenute al vento con la loro “fiancata”, rallentando così la barca. La tecnica della pagaia è stata sviluppata in modo tale che la lama della pagaia che emerge dall’acqua è stata girata in modo da offrire il minor numero possibile di superficie d’attacco al vento (impetuoso).

Tuttavia, questa tecnica di pagaiata non era ottimale. Inoltre, la resistenza al vento era elevata e girare la paletta non era molto ergonomico per la mano.

Non è noto il momento esatto in cui si è verificato lo sviluppo dalle doppie pale non tortile asimmetriche. Sappiamo solo che nel 1928 il noto pilota di barche pieghevoli Carl Joseph Lutero guidava ancora con pale non attorcigliate. Ma già alle Olimpiadi del 1936, le pagaie per kayak intrecciate di 90° erano lo standard e quindi assomigliavano ai modelli odierni. Oggi non esistono più solo lame a pale che sporgono ad angolo retto.

Un’altra storia divertente è il presunto primo incontro tra gli Inuit e le palette attorcigliate. Durante le riprese di “S.O.S. Eisberg”, un lungometraggio sulla ricerca di una spedizione perduta in Groenlandia, alcuni Inuit hanno potuto provare per la prima volta una moderna barca pieghevole con una doppia racchetta attorcigliata. Mentre la barca è stata elogiata come ajungilak (“buono”), gli Inuit non potevano abituarsi a strane doppie pale. Questo probabilmente era dovuto all’insolito movimento di pagaia.

Qual è l’angolo della pagaia kayak che fa bene ai principianti?

Chiunque controlli le pagaie per kayak che vengono offerte in affitto in un centro sportivo acquatico, spesso si accorge che le lame delle pagaie non sono quasi per niente attorcigliate. Spesso l’angolo è solo da 0 a 15°. Questo può portare rapidamente all’idea errata che un angolo basso sia la scelta giusta per i principianti. Dopo tutto, la maggior parte dei clienti di una stazione di sport acquatici sono principianti o almeno kayakisti inesperti.

Quale sia l’angolo migliore per i principianti non è facile rispondere. Con la pagaiata classica non c’è quasi nessun margine di manovra. Le lame a palette devono essere rimosse singolarmente e incollate all’albero con un offset corrispondente. Le moderne pagaie per kayak, invece, possono essere regolate a diverse angolazioni. Di solito i passi 30°, 45° e 60° vengono utilizzati per queste doppie pale.

Mentre gli atleti olimpici nel 1936 regolavano ancora le loro pagaia a 90°, oggi 60° si è imposto come standard. Invece di abituarsi a pagaiando con pale non attorcigliate, i nuovi arrivati dovrebbero utilizzare immediatamente questo standard. Con le pagaie asimmetriche per kayak, il movimento di pagaiata è più ergonomico e la resistenza al vento è inferiore durante la guida.

Qual è l’angolo che i piloti esperti dovrebbero scegliere?

Per i kayakisti esperti, lo stesso angolo è adatto ai principianti. I migliori atleti internazionali e i loro allenatori consigliano un angolo tra i 60° e gli 85°. Se i professionisti usano questi angoli, questo è ovviamente un buon segno.

Un gruppo di canottieri giura sulla magica impostazione delle lame di pagaia con un’inclinazione di 15°. Nelle grandi masse e anche nel gruppo di testa, tuttavia, la maggioranza continua a fissare un minimo di 60°. L’unica eccezione sono i surfisti che riescono ad avere un angolo più piccolo.

Angolo della pagaia kayak paddle e paddle style

Con i nuovi pagaioli, il problema è spesso che tutta la forza proviene dalle braccia. La parte superiore del corpo è usata troppo poco. Se si pagaia in questo modo, si può anche andare meglio con una pagaia kayak non torto. Tale doppia pagaia potrebbe essere immersa direttamente nell’acqua. Tuttavia, non raccomandiamo questo stile di pagaia. Invece di entrare in kayak con una doppia pagaia simmetrica, i principianti dovrebbero preferire una pagaia asimmetrica con un angolo di 60°.

I kayakisti avanzati, così come i semi e i veri professionisti non stanno fermi in kayak durante la guida. I kayakisti esperti usano il corpo al massimo quando pagaiano. Invece di avere la parte superiore del corpo rivolta in avanti, anche le gambe vengono utilizzate per la pagaiata. Se preferite questo stile di pagaiata più attivo, dovreste scegliere una pagaia per kayak con un angolo maggiore.

I primi minuti dopo che qualcosa è cambiato nell’angolo delle lame di pagaia sembrano insoliti. Tuttavia, il movimento della paletta si adatta rapidamente a questa situazione. Ma soprattutto all’inizio non dovrebbe essere esagerato. I principianti che non si sono mai seduti su un kayak prima d’ora possono essere sopraffatti da un angolo troppo grande. Secondo la nostra esperienza, un angolo di 60° è ancora adatto ai principianti. In questo modo, non ci può essere uno stile di pagaiata sbagliato, ma i principianti sono abituati ad un uso attivo del corpo fin dall’inizio.

La differenza tra uno stile a pagaia dove la forza viene dalle braccia e uno stile che coinvolge tutto il corpo è che il secondo stile richiede più movimento. Ciò significa che è più difficile mantenere l’equilibrio. Anche il tipo di kayak ha un’influenza. Per i principianti, uno stile di pagaiata attiva è quindi più facile da implementare su un kayak largo che su una barca stretta.

Nel corso di diversi tour si sviluppa un buon senso dell’equilibrio su un kayak da turismo stretto. Una o due cadute in acqua è inevitabile, ma se investite il tempo, migliorerete il vostro equilibrio. Va notato, tuttavia, che il passaggio a uno stile di pagaiata attiva può essere impegnativo quando si è in un kayak stretto.

Conclusione

La bassa resistenza al vento e la migliore ergonomia sono i motivi per cui le pale delle pale delle pagaie per kayak sono disposte in modo asimmetrico. Se vuoi entrare nel kayak, dovresti abituarti subito alle lame attorcigliate del kayak.

Per la partenza si consiglia un angolo di 60°. Come per altri sport, l’attrezzatura da kayak deve essere adattata individualmente per ogni kayakista. Molti pagaioli avanzati giurano con un angolo da 70 a 80°. Altri paddlers, d’altra parte, hanno opinioni diverse. Il kayak è e rimane uno sport in cui si può parlare molto di shopping.

Tuttavia, ci auguriamo che questo articolo vi abbia aiutato e che abbiate fatto un passo avanti nel vostro atteggiamento ottimale.

Average rating 5 with a total of 1 votes

Related Articles